L'Ultima Battaglia di Custer Stampa
Scritto da Administrator   
Sabato 26 Ottobre 2013 08:43

L'ULTIMA BATTAGLIA DI CUSTER

(Custer's Last Stand)

un Dramma in Sedici Scene

Di HW Freedman

"Migliore Copione Teatrale" al Festival Internazionale di Film "Moondance" 2011

 

Traduzione di Michetta Farinelli e Gail Roberts


© Copyright 2009 e 2013 di HW Freedman

Lettura Messe-in-Scena

Maggio 2017

Teatro Argot Studio Roma

con

Ennio Coltorti

Mariateresa Pascale

Irma Ciaramella

Lorenza Zoe Damiani (Voce e Chitarra)

Regista

HW Freedman


 

Sinossi: Denver Colorado, 1891. Armstrong, un rancher, ha assunta Sarah come insegnante per suoi giovani figli. Attraverso il conflitto fra i due riguardo il genocidio dei nativi americani e la storia personale di Sarah, ci riferiamo anche agli eventi contemporanei come quelli che sono appena successi negli Stati Uniti al Standing Rock, North Dakota.

Prenotare al Teatro Argot Studio (Trastevere)  via tel. 06 5898111, oppure 
via email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , oppure online www.teatroargtostudio.com

 

 

Nota di Regia:
Nel 1963 quando avevo 21 anni ho iniziato di leggere tutto quello che potevo trovare scritto dai e sui nativi americani, e mi sono convinto che le storie insegnate nelle scuole e raccontate attraverso la cinema sugli nativi americani ed i loro conflitti con gli uomini bianchi non erano la verità. Ho deciso che un giorno scriverei un copione per teatro sul genocidio dei nativi americani. Finalmente nel 2009 ho scritto “L'Ultima Battaglia di Custer.”

Di recente a Standing Rock North Dakota abbiamo visto che i pacifici nativi americani, protettori dell'acqua, sono trattati brutalmente e crudelmente dai poliziotti americani. Anche, ogni anno lo stato di South Dakota rapisce più di 700 bambini nativi americani dalle loro famiglie e li mettono nelle famiglie bianche affidatari, per cui lo stato riceve $79,000 per ognuno dal governo federale, significa più di $55 milioni annuale. Questi sono solo due esempi delle ingiustizie continuali contro i nativi indiani dei nostri giorni.

Gli esploratori europei nel 15e secolo erano i primi a portare la violenza, lo schiavitù, le malattie fatali, il cristianesimo forzato, e gli alcolici ai nativi americani. Dietro di loro c'erano le monarchie europee e l'approvazione dei Papa chi nel 15e secolo hanno emesso le Bolle Papali che formavano la “Dottrina della Scoperta” cioè hanno dato alle nazioni cristiane i diritti di proprietà su qualsiasi terreno scoperto di loro se non fosse già scoperto da un altro cristiano, con i diritti di reprimere e ridurre in schiavitù i nativi, prendendo i loro terreni e beni, e forzandogli (significa torturargli) di accettare il cristianesimo. Questa dottrina è diventata legge negli stati uniti attraverso una sentenza del corto supremo americano in 1823.

 

PERSONAGGI

Armstrong, età 50

Sarah, età 22

Libbie (Elizabeth Bacon Custer), età 47

 

TEMPO: Giugno, 1891

LOCAZIONE: Denver, Colorado, USA; New York City, USA.

SCENOGRAFICA: Il palcoscenico è vuoto tranne il minimo dei mobili e dei materiali scenici necessari.


“L’ultima Battaglia di Custer…risuona con gli eventi contemporanei del mondo.   Un linguaggio figurato, vivido e emotivo…crea fisicamente e moralmente una raccapricciante scenografia. Il tema trattato è una scelta ispirata perché è una storia di quelle che devono essere raccontate e vibra con gli argomenti sulla legittimità della Guerra, i metodi della Guerra, l'imperialismo, come costruire uno stato, i diritti umani, la responsabilità degli individuali o la responsabilità dello stato, e la soggettività della Storia, raccontata verbalmente o scritta…” Jo Combes, Royal Exchange Theatre, Manchester, UK


Ultimo aggiornamento Venerdì 17 Agosto 2018 10:13